CPLOL

Il 6 Marzo 1988 per iniziativa della Fédération Nazionale des Orthophonistes (Francia), le Organizzazioni o Associazioni maggiormente rappresentative dei 9 paesi della Comunità Europea di quell’epoca, firmarono a Parigi l’atto costitutivo del Comité Permanent de Liason des Orthophonistess-Logopèdes della CEE (C.P.L.O.L.), il cui Presidente fondatore fu Jacques Roustit. Le lingue ufficiali del C.P.L.O.L. sono l’inglese ed il francese. Da quella data, i paesi membri e le Associazioni Professionali e Scientifiche che vi aderiscono sono moltiplicate, creando un osservatorio permanente sulla professione ed i professionisti europei liberi di circolare tra i paesi membri. Il C.P.L.O.L. è stato creato con lo scopo di armonizzare la professione sul piano europeo creando lo strumento che permetta a chi vi aderisce di condividere le esperienze di ciascuno dei paesi membri, individuare standard relativi alla formazione di base e continua condivisi, confrontare le pratiche professionali, i campi di attività, gli statuti, i codici deontologici, predisporre gli scambi delle ricerche scientifiche, delle banca-dati. A questo scopo sono state predisposte numerose commissioni di lavoro su vari temi che vanno dalla formazione del Logopedista all’attivazione dei lavori per la prevenzione dei disturbi della comunicazione con campagne europee di informazione. Le Commissioni di lavoro riuniscono tutti i paesi membri e si incontrano almeno due volte all’anno. Il C.P.L.O.L. è dal 1992, riconosciuto dalle Commissioni europee come Organizzazione non governativa, a questo titolo è consultato su tutti gli argomenti che riguardano la sua competenza. www.cplol.eu   Visitando la sezione "I logopedisti in Europa" potrete trovare interessanti articoli contenti le attività del C.P.L.O.L., le risoluzioni adottate, i documenti approvati dall'Assemblea Generale,  i principali temi attualmente in discussione all'interno delle Commissioni nonchè le ultime novità sul Progetto Europeo Netques.
VAI ALLA PAGINA pag 1 di 3pagina successiva
Autore: Redazione
IMG-20160528-WA0000
Nata nel 2000 con l'istituzione promossa dalle Nazioni Unite, la Giornata Mondiale del Rifugiato rimane l'occasione per ricordare le condizioni di milioni di persone in tutti i continenti del mondo costretti a fuggire dai loro Paedi e dalle loro vite originarie per guerre, persecuzioni, torture e violazioni di ogni genere. Mai come in questi ultimi anni, l'Italia si è trovata di fronte ad una emergenza umanitaria che sta mettendo a dura prova i nostri confini e le terre d'approdo di coloro c...
Autore: Redazione
cplol-members 2013
Le Professioni liberali sono rappresentate a livello europeo dal CEPLIS, Coordinamento al quale aderisce l'organismo europeo dei Logopedisti CPLOL. Medici, Infermieri, Ingegneri, Avvocati e Professioni Sanitarie con livello di autonomia cognitiva e responsabilità quali i Logopedisti, appartengono a queste Professioni di pubblica utilità dove la loro professione è regolamentata da norme legislative, etiche e deontologiche a protezione del Cittadino. Il CPLOL rappresenta il massimo organismo di...
Autore: Redazione
congresso fli Logo definitivo
    I due Congressi di logopedia di Firenze hanno il vantaggio di rivolgersi ad un pubblico italiano e internazionale di vasto respiro, con la prerogativa di una doppia opportunità.   Se ti iscrivi al Congresso Europeo CPLOL, la quota del Congresso nazionale FLI è ulteriormente ridotta.   L’evento scientifico è accreditato e verranno assegnati 6 crediti ECM. Nel file allegato tutte le indicazioni. Scarica il programma aggiornato del congresso Indicazioni_ECM_per_Co...
Autore: Redazione
Single Market Forum 2014
Roma 1 Dicembre 2014 all'interno del semestre di Presidenza europea dell'Italia è stata ospitata la Conferenza sulla mobilità in Europa prevista per Gennaio 2016 dalla Direttiva UE 55. E' possibile creare opportunità di crescita e di sviluppo liberando il mercato dalla burocrazia eccessiva che a volte ostacola se non proprio impedisce la mobilità delle Professioni in Europa? Quali sono le condizioni che invece vanno poste per la protezione del Cittadino verso una eccessiva e superficiale l...
Autore: Redazione
cplol-members 2013
La laurea triennale  non basta più. È questa la richiesta della Federazione dei logopedisti Italiani arrivata nel corso del convegno "NetQues: la rete e lo spazio europeo della formazione del Logopedista. Quali apprendimenti e competenze per la protezione dei Cittadini?" organizzato al Ministero della Salute.  16 APR - La laurea triennale abilitante in logopedia non basta più occorre portarla a cinque anni in linea con le esperienze realizzate nel maggioranza dei paesi d’Europa. Franci...
VAI ALLA PAGINA pag 1 di 3pagina successiva
101 queries in 0.586 seconds.