28/09/2005 - Servizio Sanitario Nazionale, il progetto

Autore: Redazione

Il progetto si impegna a riorganizzare e ottimizzare il nuovo sistema Informativo sanitario

movimento Il nostro Sistema Sanitario è caratterizzato da un grado elevato di autonomia regionale, tuttavia gli elementi che connotano la responsabilità degli organi di Governo Centrale sono:

·        La definizione dei Livelli Essenziali di Assistenza;

·        L’universalità di accesso alle cure;

·        La globalità di copertura delle prestazioni;

·        La solidarietà nel finanziamento dei servizi.

Tali obiettivi, possono essere centrati solamente attraverso un’attività di governo delle risorse disponibili che tenga conto di tutte le varie realtà regionali circa le strutture esistenti, le attività svolte e i risultati conseguiti valutandole con le medesime metodologie. Per utilizzare al meglio le informazioni che arrivano dalle varie Regioni, si sta affrontando il problema dei Sistemi Informativi del Servizio Sanitario Nazionale cercando di superare una serie di criticità evidenti. Occorre quindi assumere un linguaggio trasparente, confrontabile che affronti gli aspetti della modalità di raccolta e di elaborazione dei dati, la loro semplificazione e standardizzazione, l’attribuzione delle responsabilità dell’erogazione dei dati, la diffusione dei principi della tempestività, della completezza e del rispetto della tempistica. Per queste necessità caratterizzate da una profonda evoluzione, il Nuovo Sistema Informativo Sanitario (Nsis) dovrebbe diventare lo strumento essenziale per il governo della sanità regionale e nazionale, mettendo a disposizione informazioni che possano supportare le Regioni per:

·        Attività di programmazione, organizzazione e controllo sul funzionamento delle strutture sanitarie

·        Garantire il ruolo degli organi centrali nell’applicazione uniforme dei Livelli Essenziali di Assistenza sul territorio nazionale

·        Supportare il processo di regionalizzazione

·        Coesione dei vari sistemi informativi

·        Orientamento al cittadino/utente

Il progetto coinvolge il Ministero della Salute, il Ministero dell’Economia, le Regioni, l’Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali, l’Iss e si avvale di un raggruppamento temporaneo di imprese, il progetto è governato dalla Cabina di Regia, istituita nel Giugno del 2002, che rappresenta l’organismo paritetico Stato-Regioni con funzioni di indirizzo, di coordinamento, di controllo delle fasi di attuazione del Nuovo Sistema Informativo Sanitario.

Per garantire questo, dovrà predisporre di dati classificabili e codificati in modo omogeneo, approcci omogenei per la produzione degli stessi resi poi disponibili a livello regionale e nazionale, metodologie condivise per bilanciare qualità e costi del Sistema sanitario. Questi elementi comuni rappresentano i “Mattoni del Ssn” e sono una progettualità parallela e complementare a quella del Nuovo Sistema Informativo Sanitario (Nsis). L’organizzazione dei “Mattoni” prevede 15 linee progettuali sviluppate da altrettanti gruppi di lavoro. Ogni gruppo di lavoro è costituito da una Regione o da una Istituzione Capogruppo, incaricata di definire budget, contenuti, modalità di azione e di coordinare il comune lavoro assieme a una Regione associata e a cinque Regioni portatrici di sapere e conoscenze operative in merito. Tutte le Regioni contribuiranno a definire gli output del progetto e ad approvarli. Ecco in dettaglio le tematiche dei mattoni:

1)      classificazione delle strutture

2)      classificazione delle prestazioni ambulatoriali

3)      evoluzione del sistema DRG nazionale

4)      ospedali di riferimento

5)      standard minimi di quantità di prestazioni

6)      tempi di attesa

7)      misura dell’appropriatezza

8)      misura dell’outcome

9)      realizzazione del Patient file

10)  prestazioni farmaceutiche

11)  pronto soccorso e Sistema 118

12)  prestazioni residenziali e semiresidenziali

13)  assistenza primaria e prestazioni domiciliari

14)  misura dei costi del Ssn

15)  assistenza sanitaria collettiva

Il nuovo Accordo Stato-Regioni del 23 Marzo scorso ha previsto per il triennio 2005-2007, una serie di scadenze che confermano l’importanza del Nuovo Sistema Informativo con l’obiettivo di misurare la qualità, l’efficienza e l’appropriatezza del Sistema Sanitario Nazionale. Il programma “Mattoni del Ssn” è coordinato dall’Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali che svolge supporto per tutti i gruppi di lavoro oltre che curare iniziative di formazione coerenti con le finalità coerenti con quanto indicato dalla Conferenza Stato-Regioni. Tutti i materiali sono disponibili nel sito dell’Assr: http:///assr

 

Tag: , , , , , ,
128 queries in 0.317 seconds.