04/09/2006 - Uteriore rinvio del Governo per l'approvazione della Legge sugli Ordini

Autore: Redazione

Ennesima battuta d'arresto e mancata approvazione per una Legge voluta da tutti gli schieramenti

rocceLe Professioni Sanitarie si riuniranno quanto prima per valutare la decisione, avvenuta nel Consiglio dei Ministri del 31 Agosto, di prorogare per altri 12 mesi la Legge sugli Ordini. La mancata approvazione e l'ulteriore slittamento della Legge 43/06,  rimanda ulteriormente il problema dell'abusivismo e dell'impossibile verifica di organismi terzi quali gli Ordini, della tutela della qualità e appropriatezza delle cure nel rispetto dell' etica e deontologia professionale.
Come professionisti e come cittadini sentiamo il dovere di esprimere profonda delusione per questo agire incongruo e francamente disomogeneo in materia di Professioni. 
                                                    Il Presidente Federazione Logopedisti Italiani F.L.I.
                                                                         Tiziana Rossetto

Di seguito trasmettiamo il comunicato del Ministro Livia Turco
COMUNICATO STAMPA MINISTERO DELLA SALUTE, 31 agosto 2006

Professioni sanitarie: proroga di 12 mesi della delega per l’istituzione di Ordini e Albi
Il Consiglio dei Ministri ha approvato, su proposta del Ministro della Salute Livia Turco, un ddl per il differimento di 12 mesi del termine per l’esercizio della delega per l’istituzione degli Ordini e degli Albi delle professioni sanitarie, infermieristiche, ostetrica, riabilitative, tecnico-sanitarie e della prevenzione.
Grazie a questo disegno di legge, che godrà di una corsia preferenziale per una rapida approvazione del Parlamento, il Governo avrà tempo fino al 4 settembre 2007 per affrontare con attenzione la materia insieme alle diverse professioni e per ricollegare la regolamentazione del settore all’interno della annunciata più ampia riforma di tutti gli Ordini professionali italiani.

“Abbiamo mantenuto l’impegno preso a fine luglio  ha dichiarato il Ministro Turco  per fare un buon lavoro insieme ai 500.000 professionisti sanitari interessati al riordinamento dei loro Ordini e Albi atteso ormai da tanti anni”.

Tag: , , , ,
128 queries in 0.272 seconds.