29/09/2011 - Le storie fanno vita, la vita fa storia…….

cari amici, colleghi, inizio a rompere il ghiaccio cercando di scrivere in modo più informale su questa sezione che abbiamo voluto inserire mentre costruivamo questo Portale, inteso come la “casa” comune, la prima community di Logopedisti che la nostra Associazione mette a disposizione di tutti noi. Vogliamo che questo sia un modo di scrivere di noi e a noi, di quello che affrontiamo nella nostra vita professionale che ci entusiasma, che ci preoccupa e che può essere utile a tutti noi per confrontarci. Vi invito a utilizzare e ad interagire scrivendo le vostre storie che alla fine assomiglieranno alle storie di tutti noi ma che ci auguro creare un senso di appartenenza.
Un caro saluto a tutti voi, Tiziana Rossetto

Tag: , ,

8 commenti

  1. mi sembra un buon inizio …spero di seguire presto il tuo invito! Mi piace molto l’idea di avere questa “piazza virtuale” in cui parlare di noi ad altre persone che condividono questa professione così delicata e complessa,ma che facciamo con tanto amore ed entusiasmo.
    Un abbraccio e a presto…ciao ciao.Maria Rosa Paterniti

  2. Un moderno “gruppo Balint” virtuale…..mi pare un ottimo strumento di crescita e di formazione specialmente, per chi come me, ha ancora tanto da imparare!!Grazie alle ideatrici di questa pagina e dell’intero portale!!!ci voleva proprio!!!

  3. certo ragazze e ragazzi, magari con questa modalità ci scambiamo tante cose.
    ieri a verona, abbiamo organizzato un convegno sull’afasia e stato dell’arte. Tutti i relatori erano logopedisti, alla fine c’è stato un regalo bellissimo, ovvero un’attrice ha dato vose alla “narrazione” di due donne con afasia, sul loro vissuto, poi un uomo ha narrato dal viso la sua esperiena. Vi assicuro che è stato emozionante sentire cosa il paziente vive dall’altra parte quello che noi proponiamo. Insomma sempre di più il punto di vista del nostro utente/ paziente/ cittadino uomo o donna che sia va tenuto in considerazione, la medicina narrativa si basa anche su questo. Bella esperienza!!! Ciao Tiziana

  4. Ciao Tiziana…chissà se ti ricordi di me, sono stata tua tirocinante negli ormai lontani inizi anni 90, presso la UssL di San Donà di Piave.
    Sono Francesca Polini, attualmente vivo a Milano e da pchissimi mesi ho avuto l’incarico di coordinatrice delle attività professionalizzanti del CdL in Logopedia dell’Università degli Studi di Milano sezione Don C. Gnocchi.
    Un caro saluto!

  5. Che piacere Francesca!!!
    certo che mi ricordo!!
    come passano gli anni mannaggia…e un pò di “velata” tristezza c’è…ma anche conforto di questa bella cosa che abbiamo creato e come tante altre in tutti questi anni, ne abbiamo fatta di strada!!! Mi auguro che sia percepito questo spirito di fare una “community” vera e propria e di far girare tanta energia buona al nostro interno!! Grazie Francesca, aiutaci anche tu in questa impresa, abbiamo bisogno di tutti voi!!! Ciao un abbraccio, Tiziana

  6. Complimenti Tiziana!E’ proprio vero! Questa “community” ci permetterà di vivere meglio il nostro senso di appartenenza alla professione. In questo momento storico tutti auspichiamo al decollo dell’identità che ci è stata da tempo riconosciuta proprio perchè ci crediamo….altrimenti lo stato delle cose tende a farci “atterrare” …e qui la storia ci accomuna più che mai!…
    Buona comunicazione a tutti! Enza Piraino

  7. Gentile Tiziana,
    ho un blog http://lofaanchebaricco.splinder.com/ sui disturbi dell’apprendimento e lo aggiornavo sempre nel 2006 e 2007. Il blog spesso veniva ospitato sul graziablog (il blog del settimanale grazia) in quegli anni e rientrai nelle penne rose più interessanti del web nel 2007.
    Se ha piacere di dare un’occhiata, sarei ben felice.
    ciao e buon lavoro, roberta

  8. Credo sia davvero importante avere uno spazio in cui condividere con altri colleghi le nostre esperienze . Grazie a tutti coloro che si sono occupati della creazione di questo bellissimo portale .

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.

139 queries in 0.317 seconds.