08/09/2012 - LA FILIERA CORTA: un incoraggiamento ai giovani laureati

La mia storia professionale attraverso i kilometri attraversati per lavorare a “filiera corta” migliorando la “qualità della vita” anche dell’”operatore”

 

 

 

 

 

 

 

Trichiana
Paese del libro
ivi nacque Gianfranca

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Livorno

Città del cacciucco

ivi vive Gianfranca

 

 

Criteri per determinare un grado di
QUALITA’ DELLA VITA
che possa essere considerato “accettabile”

minimo intellettivo (Q.I. superiore a 20-40)
autocoscienza
autocontrollo
senso del tempo (presente, passato, futuro)
capacità di relazione
interesse per gli altri
capacità comunicativa
controllo dell’esistenza
curiosità
capacità di cambiare
equilibrio tra ragione e sentimento
funzioni neocorticali

il punto di incontro tra i bisogni di qualità
e la necessità di valorizzare il proprio lavoro

la filiera corta

Livorno – Canelli Km. 289
Livorno – Tempio Pausania Km. 405
Livorno – Vittorio Veneto Km. 406
Livorno – Vicenza Km. 350
Livorno – Barbarano Km. 327
Livorno – Verona Km. 317
Livorno – Camposampiero Km. 336
Livorno – Pisa Km. 30
Livorno – Livorno Km. 0

Tag: , ,

2 commenti

  1. grazie x questa condivisione!

  2. Cara Gianfranca, che piacere leggerti. E’ stato un tuffo nel passato…quanti ricordi…quanta fatica per arrivare ad un contratto a tempo indeterminato!!!!Ne abbiamo passate di tutti i colori, le nostre strade si sono incrociate più volte nei vari concorsi in giro per il Veneto. Sempre con testardaggine, a volte con sgomento…voglia di mollare tutto e cercare un’occupazione diversa. C’era però la voglia di riprovare sempre, credere nel nostro lavoro…e alla fine ci siamo riuscite!!!!!! I nostri studenti dovrebbero sapere che non tutto arriva con facilità (noi ne siamo la dimostrazione), bisogna crederci e impegnarsi!
    Ciao cara compagna di tante avventure!!!

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.

129 queries in 2.689 seconds.