08/08/2017 - Il Logopedista nella TIN: Approccio precoce al neonato con disordini oro alimentari

Autore: Redazione

916cf94a8551f957b020aba1d250ef55  Questo articolo vuole dare inizio ad una campagna di sensibilizzazione al fine di promuovere la figura del Logopedista in area critica neonatale TIN, (ma anche Cardiologia Pediatrica e Cardiochirurgia Pediatrica) e in regime di  continuità assistenziale affinchè il percorso di presa in carico possa iniziare dal primo mese di vita e continuare, in una ottica di prevenzione e abilitazione precocissima (prima ancora che di riabilitazione),  con la collaborazione nell’equipe dedicata alla sorveglianza(secondo il calendario del Follow UP raccomandato dall’OMS e dalla SIN – 2016). per l’individuazione di indici di rischio precoci  e l’individuazione del bisogno ri-abilitativo. 

Abstract:  La letteratura scientifica riporta  che  i neonati ricoverati in TIN (prematuri, di basso peso alla nascita o con danni neurologici), hanno oggi, grazie a cure  di avanguardia, una  maggiore possibilità di sopravvivenza, ma, allo stesso tempo, sono anche  ad aumentato rischio di sviluppare difficoltà su numerosi versanti evolutivi. Cosi come numerosi sono gli studi di evidenza a carattere internazionale a sostegno di un intervento precoce di stimolazione oro motoria al fine di favorire il passaggio del neonato dalla nutrizione passiva  ad una alimentazione indipendente ed esclusivamente per OS e diminuire quindi  il tempo di degenza. L’approccio logopedico in stretta collaborazione con l’equipe multidisciplinare, prevede un intervento che parte dallo specifico modello organizzativo della  TIN per poi essere diretto sul  neonato e sul   genitore.

Pag201a208-Logopedia_17-2
Pag201a208-Logopedia_17-2


Tag: , , ,

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.

125 queries in 0.619 seconds.